Domenica 12 Dicembre 2021

" Unidos na alegria e na tristeza, sempre. "

Reproduzir vídeo

Passa il mouse sul video e premi l’icona “Sottotitoli” che trovi in basso se vuoi attivare o disattivare la trascrizione di questa registrazione.

Preghiere
È dalla persistente memoria del mistero dell'Incarnazione ( per il quale mi viene rivelato che davvero "io sono TU CHE MI FAI" ) e dalla ripresa quotidiana di quanto ora vi trascrivo qui sotto, che mi vengono le energie per vivere l'abbandono in Dio pure dentro agi inevitabili condizionamenti e circostanze avverse che fanno parte del percorso ancora da farsi:
Beato Giovanni Mazzucconi: " Disponibilità alla Volontà di Dio. "

“Domani mi metterò a bordo e sabato, dopodomani, sarò già in alto mare alla volta di Woodlark. Quest’anno, quando mi trovavo in mare per venire a Sidney, il mercoledì della settimana santa, ci sorprese un uragano che ci ruppe le vele, le corde e la metà superiore di un albero; poi ci spinse ad errare per il mare senza direzione e con poca speranza, per quattro giorni, finché il sole di Pasqua risplendette come una cosa nuova sopra di noi, e noi eravamo veramente come risuscitati. 
Ebbene quel Dio che mi salvò allora, sarà con me anche in questo viaggio, e se io non l’abbandono, Egli vuole essere con me sempre, e finché Egli è con me tutto ciò che mi può accadere sarà sempre una grazia, una benedizione di cui lo dovrò ringraziare. Se nel pericolo Egli vorrà ritirarsi, o farà mostra di dormire sulla punta della nave io, come gli Apostoli, andrò a svegliarlo e a fargli vedere il mio pericolo. Che e poi non volesse ascoltare, gli dirò: Signore comanda che io venga a te, e la mia anima camminerà sulle acque, andrà ai suoi piedi e sarà contenta per sempre.   
Non so cosa Egli mi prepari di nuovo nel viaggio che incomincia domani; so una cosa sola, se Egli è buono e mi ama immensamente, tutto il resto: la calma e la tempesta, il pericolo e la sicurezza, la vita e la morte, non sono che espressioni mutevoli e momentanee del caro Amore immutabile, eterno. Sì, miei cari, abbiamo un altro paese, un’altra patria, un regno dove ci dobbiamo ritrovare tutti, dove non vi saranno più separazioni né partenze, dove i dolori ed i pericoli passati non serviranno che ad aumentare la consolazione la gloria.”
(Beato Giovanni Mazzucconi, P.I.M.E, Missionario alla Papua Nuova Guinea dove fu martirizzato nel 1855,  dalla sua lettera prima dell’ultimo viaggio).

Preghiera di P. Charles de Foucauld:

Padre mio,
io mi abbandono a te,
fa di me ciò che ti piace.

Qualunque cosa tu faccia di me
Ti ringrazio.

Sono pronto a tutto, accetto tutto.
La tua volontà si compia in me,
in tutte le tue creature.
Non desidero altro, mio Dio.

Affido l’anima mia alle tue mani
Te la dono mio Dio,
con tutto l’amore del mio cuore
perché ti amo,
ed è un bisogno del mio amore
di donarmi
di pormi nelle tue mani senza riserve
con infinita fiducia
perché Tu sei mio Padre.

Fratel Charles de Foucauld, Beato Carlo di Gesù, monaco, mistico, precursore del dialogo con l’Islam, morì ucciso a Tamanrasset, nel deserto del Sahara il 1° dicembre 1916 all’età di 58 anni, per mano di una banda di predoni.

Preghiera a Maria che scioglie i nodi

Vergine Maria, Madre che non hai mai abbandonato un figliolo che grida aiuto, Madre le cui mani lavorano senza sosta per i tuoi figli tanto amati, perchè sono spinte dall’amore divino e dall’infinita misericordia che esce dal tuo cuore, volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione, guarda il cumulo di ‘nodi’ che soffocano la mia vita.

Tu conosci la mia disperazione e il mio dolore. Sai quanto mi paralizzano questi nodi e li ripongo tutti nelle tue mani. Nessuno, neanche il demonio, può sottrarmi dal tuo aiuto misericordioso. Nelle tue mani non c’è un nodo che non sia sciolto.

Vergine madre, con la grazia e il tuo potere d’intercessione presso tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, ricevi oggi questo ‘nodo’ (nominarlo se possibile). Per la gloria di Dio ti chiedo di scioglierlo e di scioglierlo per sempre. Spero in te.

 Accogli la mia richiesta. Preservami, guidami, proteggimi. Sii il mio rifugio.  Maria, che sciogli i nodi, prega per me.

Sei l’unica consolatrice che il Padre mi ha dato. Sei la fortezza delle mie deboli forze, la ricchezza delle mie miserie, la liberazione da tutto ciò che m’impedisce di essere con Cristo.

Accogli la mia richiesta. Preservami, guidami, proteggimi. Sii il mio rifugio

Maria, che sciogli i nodi, prega per me.

L’immagine di “Maria che scioglie i nodi”, che noi veneriamo, nella piccola grotta all’entrata della Fattoria “La Condivisione”

"Buon Natale e felice Anno Nuovo!"
a tutti i parenti e agli amici e benefattori
della Fundação Franco Gilberti
%d blogueiros gostam disto: